Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

SANDRO BONDI, MINISTRO DELLA CULTURA ITALIANA



Sandro Bondi, ex segretario della FGCI (i giovani comunisti per intenderci) ed ex sindaco comunista di Fivizzano, convertito alla religione di Berlusconi per opera di Renato Cascella, è il nuovo ministro della cultura italiana. Avete anche il coraggio di chiedermi chi sia Sandro Bondi? E' l'autore della più importante opera culturale del nuovo secolo: "Una storia italiana", il libro fotografico sulla vita pubblica e privata di Berlusconi spedito, come mezzo di propaganda elettorale in vista delle successive elezioni, a tutte le famiglie italiane (che io, malauguratamente, ho subito cestinato). Altro che la Divina Commedia di Dante; noi italiani del XXI secolo abbiamo "Una storia italiana" di Sandro Bondi. Da lì a poco, ricambiando la fiducia accordatagli da Berlusconi, diventantò negli anni successivi uno dei suoi maggiori sostenitori, esternandogli pubblicamente in più occasioni la propria devozione e fedeltà, anche tramite poesie che ha talvolta letto in alcuni programmi televisivi (in parole povere, se la gioca con Emilio Fede). Ed ora è Ministro della Cultura italiana. Ci rendiamo conto? Ma basta con le inutili polemiche: sarà un piacere per noi "comunisti" ricordarti cosi, con tanto di fazzoletto rosso intorno al collo. Guardate come era, e guardatelo come è adesso (dopo la rivelazione berlusconiana). Buon lavoro Sandro. Anche da parte nostra.

Pubblicato il 8/5/2008 alle 19.18 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web