Blog: http://RinascitaNazionale.ilcannocchiale.it

CACCIATE LA BINETTI DAL PARTITO DEMOCRATICO


 
Ascoltando le ultime dichiarazioni della senatrice del Partito Democratico Paola Binetti e, sommandole a quelle che ha da sempre rilasciato, mi sorge un dubbio (e che dubbio): ma una cosi, che "c'azzecca" col Partito Democratico? Non sarebbe coerente che andasse a far parte dell'Udeur di Mastella? Dal canto suo, Veltroni ha sempre parlato di un Partito Democratico come unica vera forza riformista in Italia. Ma se vi partecipa una politicante che risponde al nome di Paola Binetti, mi sa tanto che di "riformista" ha solo la sede del partito (un enorme loft diviso in due open space da 650 e 400 metri quadri; niente porte interne, niente pareti, niente stanze e corridoi -  molto american style). "Adesso un'Italia nuova" recita uno dei primi manifesti del Partito Democratico. Ma se questi sono i presupposti, o meglio, se questi sono i componenti del nuovo soggetto politico, più che di Italia nuova si potrà tranquillamente parlare di Italia vecchia, teocratica e clericale, che non avrà niente da invidiare ai vari paesi islamici tanto criticati dai miei amici del centro-destra. Ci vuole coerenza, cari lettori del mio blog, COERENZA (e la mia scheda bianca alle primarie del PartitoDemocratico ne è una prova). Ed in politica, è una qualità piuttosto rara, vero Silvio Berlusconi?

Pubblicato il 2/1/2008 alle 15.22 nella rubrica Politica Interna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web